info at archiviomarioballocco dot org
Mario Ballocco (Milan, 1913-2008) was a crucial figure in twentieth-century Italian art and culture.

A creative experimenter, he was a man of countless interests and a precursor in many spheres: an abstract painter of great consistency, he made a fundamental contribution to the spread of design and to research into colour and visual perception. Aspects of aesthetics and science, of communication and teaching, and of theory and technique all came together in him in the most exceptional way.

After studying with Aldo Carpi at the Accademia di Brera, in 1947 he was in Argentina, where he came into contact with Lucio Fontana. Back in Milan in 1950, he founded Gruppo Origine (whose members included Alberto Burri, Giuseppe Capogrossi and Ettore Colla) and launched and directed the magazines AZ (from 1949 to 1952) and Colore. Estetica e Logica (from 1957 to 1964).

In Milan he curated industrial design and aesthetics exhibitions and one on the history of photography (at the Fiera in 1952 and 1953 respectively). In 1958 came the 1ª mostra del colore, which was held at the Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci".

Ballocco was also the inventor of "chromatology", an interdisciplinary method for solving "visual problems of collective interest", which ranged from the colour of ambulances to that of exercise books for elementary-schools. His aim was to banish monotony "which makes us come into the world with white, live with grey, and die with black." In the early 1960s Ballocco introduced chromatology as a subject of study at the Accademia di Brera, and later he also held courses at the Carrara in Bergamo and at the Polytechnic University of Milan.

He twice exhibited at the Venice Biennale with tribute-solos (in 1970 and 1986), and his works are now in the collections of important museums in Italy and abroad.

by © Paolo Bolpagni



Video on Mario Ballocco and François Morellet, made by the Ragghianti Lucca Foundation for the exhibition "Sguardi paralleli", held from 24 marzo to 26 giugno 2016.






Mario Ballocco in studio
Last news
Annunciamo ai collezionisti, agli studiosi e a tutti gli addetti ai lavori che si è costituta l'Associazione Archivio Mario Ballocco, legalmente riconosciuta e presieduta dalla vedova dell'artista signora Angela Lanzeni Ballocco.

I compiti principali dell'Associazione consistono nella conservazione e valorizzazione delle opere dell'artista e nella realizzazione del suo catalogo generale ragionato.

A tal fine, invitiamo tutti coloro che posseggano opere di Mario Ballocco a comunicarcelo, in vista della loro archiviazione e della successiva pubblicazione nel catalogo generale.

I documenti raccolti saranno infatti tradotti nel catalogo generale ragionato dell'opera di Mario Ballocco.

La documentazione relativa a ogni singola opera di cui si richiede l'archiviazione e la catalogazione dovrà comprendere:
- il modulo di archiviazione compilato in ogni sua parte (scaricabile qui in PDF);
- 1 foto digitale a colori (in alta definizione, di almeno 300 dpi, in formato TIF o JPEG, con base dell'immagine di almeno 20 cm)
- 2 foto a colori del lato frontale dell'opera (formato 18x24 cm)
- 1 foto a colori del retro dell'opera (formato 18x24 cm)

La documentazione fotografica dovrà essere realizzata da fotografi professionisti, in quanto le immagini saranno utilizzate per la stampa del catalogo generale ragionato.

Dopo il necessario esame della documentazione proposta, l'Associazione Archivio Mario Ballocco archivierà l'opera con un codice, e restituirà una copia fotografica al proprietario, certificata sul retro, con il timbro dell'Archivio Ballocco. L'Associazione Archivio Mario Ballocco è l'unico organismo autorizzato a emettere certificati di archiviazione di opere di Mario Ballocco.

Per ogni opera archiviata e inserita nel catalogo generale ragionato dell'opera di Mario Ballocco è richiesto un modico contributo economico (per il quale sarà rilasciata regolare ricevuta), da inviare tramite bonifico intestato a:

Associazione Archivio Mario Ballocco
Viale Liguria, 20
20143 Milano

Qualora vi siano dubbi circa l'autenticità dell'opera, l'Associazione Archivio Mario Ballocco si riserva di richiedere al proprietario di presentarla direttamente nella propria sede di Milano, per consentirne uno studio più accurato e approfondito.

Il materiale deve essere spedito a:

Associazione Archivio Mario Ballocco
Viale Liguria, 20 - 20143 Milano

Per informazioni:
Archivio.Mario-Ballocco@teletu.it

 

 

 

Web Design by: happyWhenItRains